lunedì 16 marzo 2015

Cioccoliamoci col buon Cioccolato Peyrano...

 Buon inizio Settimana a tutti!!
Quanto freddo in questo weekend e cosa c'è di meglio e stare al calduccio e concedersi momenti di pura dolcezza...
E'  il clima adatto per coccolarci un pò con qualche goloso dolcetto al cioccolato, e proprio in questo periodo che si sente maggiormente la necessità di gustare delle deliziose preparazioni al gusto unico, caldo e avvolgente del Cioccolato.
Sin d'antichità il Cioccolato era considerato il  "cibo degli Dei", e il suo consumo era riservato solo ad alcune classi della popolazione (sovrani, nobili e guerrieri), oggi invece,  e per fortuna,  è qualcosa che è permessa a tutti, ma abbiamo cioccolato e cioccolato come abbiamo anche dei Maestri Pasticceri Leader nel settore che con sapienti maestrie e passione per il loro mestiere riescono a creare  con Amore a Artigianalità un prodotto unico, inimitabile ma soprattutto Made in Italy.

Vi voglio parlare del buonissimo Cioccolato...

Cioccolato Peyrano

Un pò di Storia e Passione che caratterizzano le Aziende a conduzione familiare... quella passione dove si vedono i sacrifici nell'avere un prodotto che sia buono e carico di storia...

LA FABBRICA DI ... Nella fabbrica di Bruna e Giorgio Peyrano si inizia dalle fave. Ovvero, le fave di cacao, arrivate a Torino nel laboratorio di Corso Moncalieri dai fornitori di fiducia in diversi continenti, vengono tostate a fuoco diretto, in una stufa alimentata da legno d’ulivo, per eliminare ogni residuo di acidità superflua. Il Rompicacao le frantuma e riduce in granella, poi il Melangeur, a una temperatura di 45°, schiaccia la granella e ne fa uscire il burro di cacao. Dalla pasta di cacao si ottengono i pani, i Lingotti di Giorgio e Bruna: mattoncini profumatissimi che vengono conservati per le lavorazioni successive. Al momento giusto accolgono zucchero a velo, burro di cacao e vaniglia; infine, sciolti, riposano in grosse vasche. Prima di diventare tavolette o cioccolatini vengono lavorati nelle conche ben 72 ore: è una fase delicata, indispensabile per ossigenare e amalgamare il cioccolato e garantirgli la giusta pastosità e un gusto vellutato. Con le variazioni di temperatura perfettamente calibrate del temperaggio, infine, ogni cristallo di cacao si stabilizza, per ottenere una perfetta consistenza al palato, e la superficie diventa lucida e irresistibile.   Il Giusto è:  seguire la filiera del cioccolato dall’inizio alla fine, dalla fava alla tavoletta. Solo così si può sorvegliare davvero su aromi e qualità, ed evitare lo sfruttamento dei lavoratori nei Paesi di produzione  Volete vedere tutto questo da vicino? Giorgio Peyrano vi accompagna a visitare la sua fabbrica (assaggiando cioccolatini appena fatti) dal lunedì al venerdì. Prenotazione indispensabile contattaci attraverso il nostro form sul sito web, cliccando sulla busta da lettera.


Io ho avuto il piacere di assaggiare una deliziosa selezione dei loro cioccolatini e ho il piacere di condividerli con voi..



Questa la loro vasta produzione da godere con gli occhi nelle loro belle forme, ma deliziare sopratutto il palato..
I NOSTRI CIOCCOLATINI: CARTE D’IDENTITÀ  Conchiglia: guscio con ripieno di latte nocciole e pistacchio, in versione al latte e fondente. Prezioso e consolatorio Avola: cioccolatino a forma di mandorla, con ripieno di crema di mandorle e mandorle intere, in versione al latte e fondente. La mandorla al cubo Marrone: cioccolatino a forma di castagna con ripieno di pasta di marroni e rhum Barbancourt, in versione al latte e fondente. Per farsi piacere l’autunno Lingua di gatto: ispirata ai celebri biscotti, in versione fondente o al latte, extra sottile. Ottima da accompagnare al vermouth Alpino:  cioccolatino al gianduia con ripieno di crema alcolica. La ricetta è segreta e per la sua estrema deperibilità si può gustare solo a Torino, in laboratorio o in pasticceria (è escluso dall’e-commerce). Un pezzo da collezione Noce: guscio ripieno di gherigli di noci e crema di nocciole, in versione al latte o fondente. Produzione stagionale. Per scoiattoli golosi Chioccioletta:  lumachina con ripieno di crema di nocciole, mandorle, latte e torrone tritato, in versione al latte e fondente. Una carezza femminile Cuore: nella versione al latte si chiama Giulietta, ed è ripieno di crema alle mandorle, nocciole, cacao e croccante tritato. Il suo Romeo è fondente con crema di nocciole e cacao. Per palati innamorati o sognatori  Grappino: fondente al liquore liquido, in versione con grappa, con grappa e caffè, con grappa e menta. Solo su richiesta. Energetico e potente Pralino: impasto gianduia con nocciole tritate, tagliato in stile gianduiotto. Essenza di Piemonte Giava: cioccolatino al latte con torrone e nocciole tritate. Dolce e croccante Crema Arancio: cioccolatino fondente con ripieno di gelatina di frutta e cubetti di scorza d’arancia candita. Un’immersione al Sud Crema Caffè: cioccolatino fondente con ripieno di crema al caffè Arabica. Una sferzata a papille e sinapsi Moka latte: cioccolatino al latte con ripieno di crema al caffè Arabica. Un risveglio soft, la domenica mattina Foglie alla menta: foglioline di cioccolato fondente con granella di menta di Pancalieri. L’after-eight in versione torinese Foglie al caffelatte: foglioline di cioccolato al latte con caffè Arabica. Per palati gentili Arancino: filetto di scorza d’arancia candita e ricoperta di cioccolato fondente. Un sempreverde Preferito: ciliegia sotto spirito ricoperta di cioccolato al latte o fondente. Un gioiellino prezioso. Solo su richiesta Tartufo: cioccolatino gianduia spolverato di cacao zuccherato con ripieno di cacao, nocciole, panna e distillato. Conforto pronto all’uso. Produzione stagionale. Grappolo: cinque nocciole ricoperte di cioccolato al latte o fondente. Estremamente sgranocchiabile Favoriti: cioccolatini gianduia con strato centrale di diversi gusti (crema nocciola, croccante tritato, caffè arabica). I più amati dalle madame di un tempo Cremini: fondant in diversi gusti (pistacchio, cedro, banana, lampone, rosa, arancio) ricoperti di cioccolato fondente. Mille sapori da scoprire Caffè: cioccolatino fondente al caffé Arabica, a forma di chicco. Molto meglio di un espresso Diablottino o diablottone: cioccolatini tondi e piatti senza ripieno, fondenti o al latte, in versione piccola o grande. Semplici e incisivi Astro: cioccolatino fondente con ripieno di croccante tritato e nocciole; in versione al latte con ripieno di riso soffiato. Per raggiungere le stelle Conca d’oro: cioccolatino fondente con ripieno di latte, nocciole e cubetti di scorza d’arancia candita. Un tesoro ben protetto Fascino: cioccolatino al latte con ripieno di nocciole e mandorle tritate. La frutta secca che conquista Astro in versione estiva (ma sempre disponibile): cioccolatino bianco decorato con cioccolato al latte o fondente e ripieno di polpa di frutta (lampone o mirtillo o fragola o albicocca o pesca)  oppure ripieno di mandorla amara o mandorle tritate. Sorprendentemente fresco  Ovetti: fondenti, al latte, con crema di arancio, pistacchio, croccante, gianduia, caffè, torroncino, marroni, Alpino, oppure latte e crema. Un classico, ma mille gusti Merci Beaucoup: quadretti fondenti, fondenti 70%, al latte, al caffè, alla menta, al croccante  Il Giusto è:  fare cioccolatini dalle mille forme, per far sognare tutti. Perché il piacere del cioccolato passa dal palato ma anche dagli occhi
Un buon cioccolatino che accompagna un bell'amaro è l'ideale in queste serate d'inverno...
Che ne pesate.. io posso assicurarvi che sono assolutamente deliziosi e raffinati!

Vi invito a visitare la  Pagina Ufficiale del Cioccolato Peyrano dove poter scoprire la vasta selezione di Cioccolatini presenti e poterli acquistare direttamente dallo Shop Online

Cioccolato Peyrano è presente anche su Facebook seguiteli per rimanere aggiornati sulle novità!

Megghy

1 commento: